Mercoledì 27 Maggio 2015
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Per secoli Marte è stato uno dei pianeti più vicini a noi nell'immaginario popolare. La fantascienza lo ha disegnato come un mondo abitato da invasori della Terra o come avamposto di colonie umane ma quando le sonde ed i rover hanno iniziato a guardarlo da vicino, non hanno rilevato alcuna traccia concreta di vita. Anzi, negli ultimi 30 anni o poco più, a partire dalle sonde Viking, il dibattito se Marte sia o no un pianeta morto è continuato incessantemente senza alcuna prova schiacciante né in un senso, né nell'altro.

La propulsione a curvatura? Ancora lontana!

Nonostante un certo vociferare in rete, arriva la doccia fredda della NASA per tutti i fan di Star Trek: l'Agenzia Spaziale Americana fa sapere che non è in procinto di sviluppare alcun sistema di propulsione per viaggiare più veloci della luce.

Le speranze si erano accese a seguito di una notizia pubblicata sul forum NASASpaceflight.com il 29 aprile scorso.

Una nuova tecnologia, chiamata OnSight, consentirà agli scienziati di lavorare virtualmente su Marte.
Frutto di una collaborazione tra la NASA e Microsoft, verrà implementata nella gestione delle operazioni di Curiosity entro il 2015.

Elon Musk punta all'Internet interplanetario

Elon Musk, CEO e fondatore della compagnia statunitense SpaceX, finito in prima pagina nei giorni scorsi per lo spettacolare tentativo di recupero del primo stadio del vettore Falcon 9, continua a mantenere viva la sua popolarità.
L'imprenditore, ormai noto per le sue idee futuriste, spera di portare gli uomini su Marte entro 10, 12 anni al massimo ma con tutte le comodità: Internet potrebbe essere una di queste.

Le occasioni perse di "Interstellar"

Perchè il film "Interstellar" ha deluso le mie aspettative...

Volete sentirvi uno scienziato e studiare le particelle ad alta energia che attraversano il cosmo sfiorando la velocità della luce? Ebbene, non dovrete faticare più di tanto, adesso c'è un'app che fa per voi!

Si chiama Distributed Electronic Cosmic-Ray Observatory (DECO) e trasformerà il vostro smartphone in un rilevatore di particelle tascabile, quasi come quelli che costano milioni di dollari ospitati nei grandi laboratori.

AMS e la materia oscura

Recentemente sono stati annunciati i nuovi risultati sulla misura della componente di elettroni e positroni nei raggi cosmici. Sono basati sull'analisi dei primi 41 miliardi di eventi raccolti dall'Alpha Magnetic Spectrometer (AMS) sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Questi dati forniscono una comprensione più profonda della natura dei raggi cosmici ad alta energia e gettano maggiore luce sull'esistenza della materia oscura.

Il suono al posto della luce. I ricercatori della Chalmers University of Technology sono stati i primi a mostrare l'uso dei fononi per comunicare con un atomo artificiale.

I risultati saranno pubblicati sulla rivista Science.

Gli scienziati hanno rilevato, per la prima volta (*), i neutrini forgiati nel cuore del Sole, offrendo uno sguardo inedito sui processi di fusione nucleare che avvengono nel nucleo della nostra stella.

L'esperimento, che ha coinvolto un team internazionale di 100 ricercatori, è a cura dell'INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) ed è avvenuto in Italia nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso, utilizzando uno dei rivelatori di neutrini più sensibili del pianeta, Borexino.

Un team di ricercartori dell'University of California, a Berkeley, ha proposto un possibile esperimento per misurare l'impatto della gravità sugli atomi di antimateria.
Nell'articolo pubblicato sul Physical Review Letters descrivono la procedura, che utilizza un interferometro e atomi di antidrogeno super-raffreddati.

Dato che l'antimateria, pur essendo un mito per tutti i fan dei film di fantascienza, è piuttosto scarsa nei nostri laboratori, sappiamo molto poco sulle sue proprietà, compreso il fatto se risponde o meno o in che misura alla forza di gravità.

Newsletter

Immagine del giorno

Maria's pass

Dal nostro album di Flickr

Dal nostro canale di YouTube

Mission log

  • CURIOSITY ODOMETRY
    CURIOSITY ODOMETRY

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    [Updated statistics about Curiosity rover odometry, postion, speed and elevation.]

  • Dawn Orbit around Ceres
    Dawn Orbit around Ceres

    Cambiamenti nell'orbita di Dawn attorno al pianeta nano

  • ISS height
    ISS height

    Aggiornamenti sull'orbita della Stazione Spaziale Internazionale. 

    [ISS height updates]

  • NewHorizons approach to Pluto
    NewHorizons approach to Pluto

    Statistiche sull'avvicinamento della sonda "New Horizons" al sistema Plutone-Caronte.

    [Updateds about "New Horizons" spacecraft approach to Pluto-Charon system]

  • OPPORTUNITY ODOMETRY
    OPPORTUNITY ODOMETRY

    Statistiche sulla distanza percorsa (e molto altro) dal rover Opportunity.

    [Updated statistics about Opportunity rover odometry.]

Angolo degli astrofili

Altre news

Newsletter

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto', o in qualunque altro modo, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses cookies, also third-party, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Informativa Estesa".
Closing this banner clicking on 'Agree' or in any other way, you consent with the cookies usage.