Missioni Spaziali
Global Security Agency

In Primo Piano

Sole ancora in attività

Sole ancora in attività

Un brillamento di classe X si è verificato la scorsa notte e, durante il weekend, si potrebbe...

Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

Il cacciatore di pianeti extrasolari della NASA, il telescopio Kepler, ha scoperto il primo...

Il punto su Rosetta e Philae

Il punto su Rosetta e Philae

Presentati ieri in California i risultati delle ultime indagini scientifiche insieme a nuove...

Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

MIDAS (Micro-Imaging Dust Analysis System) è uno dei gioiellini a bordo della sonda dell'ESA...

Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

Il 2014 sta per finire ed anche per la scienza è tempo di tirar le somme. In questo periodo a San...

  • Sole ancora in attività

    Sole ancora in attività

  • Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

    Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

  • Il punto su Rosetta e Philae

    Il punto su Rosetta e Philae

  • Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

    Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

  • Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

    Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity



Curiosity, scatti notturni su Marte



CURIOSITY - MAHLI uv sol 165

Credit: NASA/JPL-Caltech/MSSS

Per la prima volta il rover della NASA Curiosity ha usato il MAHLI (Mars Hand Lens Imager) per scattare foto notturne, illuminando il soggetto con luce bianca ed ultravioletta.

Il target si chiama "Sayunei": l'area ripresa è una parte scrostata dalla ruota anteriore sinistra di Curiosity e si trova a Yellowknife Bay, nei pressi del sito dove il team di missione ha selezionato "John Klein", la roccia per il primo utilizzo del trapano del rover.

Prima degli scatti il rover ha calibrato la fotocamera da una distanza di 10 centimetri.

Il bersaglio di calibrazione è stato prima illuminato con il gruppo delle quattro luci bianche (due riflettono al centro dell'immagine) e successivamente con la luce ultravioletta, ad una lunghezza d'onda di 365 nanometri.

CURIOSITY - MAHLI target di calibrazione

Credit: NASA/JPL-Caltech/MSSS

CURIOSITY - MAHLI target di calibrazione

 

Credit: NASA/JPL-Caltech/MSSS

Per questo scatto la durata di esposizione è stata di un secondo.
Il rosso è il campione fluorescente del profilo di calibrazione (color crema se illuminato di bianco) realizzato in silicone vulcanizzato a temperatura ambiente, impregnato con il pigmento SpectraFluor Red.

Le immagini sono state scattate dopo il tramonto marziano del sol 165 (23 gennaio 2012).

CURIOSITY - MAHLI sol 165

Credit: NASA/JPL-Caltech/MSSS

Quella che segue è invece una nostra elaborazione.
L'area ripresa è 3,4 x 2,5 centimetri ed è illuminata dal gruppo dei due led bianchi.

CURIOSITY - MAHLI sol 165 "Sayunei" target

CURIOSITY - MAHLI sol 165 "Sayunei" target
"Courtesy NASA/JPL-California Institute of Tecnology" processing 2di7 & titanio44 

"Lo scopo di acquisire osservazioni con luce ultravioletta è quello di cercare minerali fluorescenti", ha detto Ken Edgett del Malin Space Science Systems, San Diego. "Il team scientifico sta ancora valutando le osservazioni. Se qualcosa fosse stato verde, giallo, arancione o rosso sotto la luce ultravioletta sarebbe stato un chiaro indicatore di fluorescenza".

Note sull'autore
Elisabetta Bonora
Author: Elisabetta BonoraEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sono appassionata di astronomia, spazio, fisica e di tutte le scienze in genere. Aspirante reporter scientifica, ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover della NASA Curiosity su Marte, per condividere in modo semplice e puntuale le notizie più interessanti, pensieri e considerazioni. Per lavoro mi occupo di web e video analytics presso ShinyStat (SV – Italia) e per hobby, da diversi anni, mi dedico ad elaborare le fotografie rilasciate dalle Agenzie Spaziali Internazionali, scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Rosetta: acque aliene sulla cometa!

Giovedì, 11 Dicembre 2014 09:46

Rosetta: acque aliene sulla cometa!

Nuove misure sull'abbondanza del Deuterio suggeriscono che l'acqua di cui è fatta la cometa 67P è sostanzialmente diversa da quella terrestre, mettendo in crisi l'idea di una origine cometaria degli...

La Stazione Spaziale Internazionale come…

Giovedì, 11 Dicembre 2014 07:03

La Stazione Spaziale Internazionale come non l'avete mai vista

Questa curiosa foto è una vista della Stazione Spaziale Internazionale ripresa dal cargo europeo ATV Georges Lemaître (ATV-5), che nel mese di agosto ha testato una nuova tecnica di attracco per...

Titano: il mistero delle dune

Giovedì, 11 Dicembre 2014 06:03

Titano: il mistero delle dune

Titano, la grande luna di Saturno, è uno dei posti più affascinanti del nostro Sistema Solare.Ricorda molto la Terra primordiale. Ha una densa e fredda atmosfera principalmente di azoto e...

Polvere di cometa conservata nei ghiacci

Mercoledì, 10 Dicembre 2014 05:53

Polvere di cometa conservata nei ghiacci

I ghiacci dell'Antartide hanno riservato una nuova incredibile sorpresa, restituendo le prime particelle di polvere cometaria trovate sulla Terra. A scoprirle è stato un gruppo di ricercatori giapponesi e statunitensi. I loro...

Nuova conferma: il cratere Gale era un a…

Martedì, 09 Dicembre 2014 22:17

Nuova conferma: il cratere Gale era un antico lago

Il Monte Sharp, il tumulo di materiale che si innalza dal centro del cratere Gale per 5,5 chilometri, ha rappresentato fino ad oggi un bel mistero per i ricercatori. Studi precedenti...

La ricerca degli asteroidi pericolosi

Martedì, 09 Dicembre 2014 06:03

La ricerca degli asteroidi pericolosi

Una insolita iniziativa è stata lanciata per incrementare di 100 volte il tasso di scoperta degli asteroidi potenzialmente pericolosi. Ma a che punto è realmente la caccia di questi corpi?

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

Top Video


  • marco 20.12.2014 12:14
    Marco, forse mi sono spiegato male. Se guardi il grafico dell velocità, la sonda sta DECELERANDO ...

    Leggi tutto...

     
  • ElisabettaB 20.12.2014 11:39
    Salve Marco, è un problema momentaneo che potrebbe verificarsi (stiamo approfittando dei prossimi ...

    Leggi tutto...

     
  • Marco 20.12.2014 10:39
    Per questo dicevo che dal mio punto di vista aveva poco senso che i motori continuassero a spingere in ...

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it