Spazio & Astronomia
Global Security Agency

In Primo Piano

AR2192 vista con gli occhi di Hinode

AR2192 vista con gli occhi di Hinode

Vi ricordate di AR2192? Era un'enorme macchia solare emersa dal bordo orientale del Sole il 16...

Qualche aggiornamento su 67P, Rosetta e Phlae

Qualche aggiornamento su 67P, Rosetta e Phlae

Ho iniziato a scrivere questo post con l'intenzione di raccontare qualche novità su Rosetta e...

Uno scudo deflettore nelle Fasce di Van Allen

Uno scudo deflettore nelle Fasce di Van Allen

Anche la Terra ha il suo scudo deflettore e come nella famosa serie Star Trek, lo usa per...

Venus Expresss: si avvicina la fine della missione

Venus Expresss: si avvicina la fine della missione

Ormai la sonda dell'ESA Venus Express è a corto di carburante ed ogni giorno potrebbe essere...

Europa dopo il lifting

Europa dopo il lifting

Nuova impressionante riedizione di una delle più celebri immagini del satellite mediceo...

  • AR2192 vista con gli occhi di Hinode

    AR2192 vista con gli occhi di Hinode

  • Qualche aggiornamento su 67P, Rosetta e Phlae

    Qualche aggiornamento su 67P, Rosetta e Phlae

  • Uno scudo deflettore nelle Fasce di Van Allen

    Uno scudo deflettore nelle Fasce di Van Allen

  • Venus Expresss: si avvicina la fine della missione

    Venus Expresss: si avvicina la fine della missione

  • Europa dopo il lifting

    Europa dopo il lifting



Espansione dell'Universo: misura più accurata della costante di Hubble



Costante di Hubble

Image credit: NASA/JPL-Caltech/Carnegie

Utilizzando il telescopio spaziale Spitzer della NASA, gli astronomi sono riusciti a misurare con maggior precisione il valore della costante di Hubble, ossia la velocità di espansione dell'universo.

La costante di Hubble è un numero chiave in astronomia e prende il nome da Edwin P. Hubble che, nel 1920, stupì il mondo affermando che l'universo è in espansione dal momento del Big Bang. Da allora, nel 1990 gli astronomi scoprirono che l'espansione stava accelerando.

La costante di Hubble (Ho) indica la relazione tra il moto di allontanamento di una galassia dalla nostra visuale e la sua distanza dalla Terra, non facile da rilevare: gli astronomi devono determinare quindi sia la velocità radiale verso l'esterno che la distanza precisa dal nostro pianeta. Per far questo, vengono utilizzati dei marcatori di distanza all'interno della galassia stessa, come le stelle variabili o le supernove ma il calcolo porta con sé necessariamente degli errori.

Determinare il tasso di espansione è fondamentale per capire l'età e la dimensione dell'Universo.

A differenza del telescopio spaziale Hubble che lavora a lughezza d'onda nello spettro della luce visibile, lo Spizter è riuscito ad ottenere risultati più accurati in infrarosso, facendo scendere l'incertezza del 3%. Un risultato considerevole in termini astronomici.

Il nuovo valore per la costante di Hublle è di 74,3 più o meno 2,1 chilometri al secondo per megaparsec (un megaparsec è pari a circa 3 milioni di anni luce).

In più, i risultati sono stati utilizzati per ottenere una misurazione indipendente dell'energia oscura.

"Si tratta di un puzzle enorme", ha detto l'autore principale del nuovo studio, Wendy Freedman dell'Observatories of the Carnegie Institution for Science a Pasadena. "E' eccitante che siamo stati in grado di utilizzare lo Spitzer per affrontare i problemi fondamentali della cosmologia: il tasso preciso a cui l'universo si sta espandendo oggi, così come la misurazione della quantità di energia oscura".

Glenn Wahlgren, scienziato della NASA del programma Spitzer a Washington, ha sottolineato che la visione ad infrarosso del telescopio spaziale offre una vista migliore delle stelle variabili Cefeidi, permettendo di perfezionare le precedenti misurazioni del Hubble.

Queste stelle pulsanti sono fondamentali nella scala delle distanze cosmiche in quanto il loro periodo di pulsazione è strettamente collegato alla loro luminosità, attraverso la quale è possibile risalire alla distanza: un insieme di oggetti a distanza nota e la velocità alla quale si allontanano da noi, determina il tasso di espansione dell'Universo.

Spitzer ha osservato 10 Cefeidi nella nostra galassia ed 80 nella Grande Nube di Magellano.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Astrophysical Journal.

Note sull'autore
Elisabetta Bonora
Author: Elisabetta BonoraEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sono appassionata di astronomia, spazio, fisica e di tutte le scienze in genere. Aspirante reporter scientifica, ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover della NASA Curiosity su Marte, per condividere in modo semplice e puntuale le notizie più interessanti, pensieri e considerazioni. Per lavoro mi occupo di web e video analytics presso ShinyStat (SV – Italia) e per hobby, da diversi anni, mi dedico ad elaborare le fotografie rilasciate dalle Agenzie Spaziali Internazionali, scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

#CometLanding: così suona atterrare su u…

Venerdì, 21 Novembre 2014 07:00

#CometLanding: così suona atterrare su una cometa

Lo strumento Cometary Acoustic Surface Sounding Experiment (CASSE) ha registrato un breve ma significativo "tonfo" quando Philae ha toccato il suolo della cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko per la prima volta lo scorso...

Le occasioni perse di "Interstellar…

Giovedì, 20 Novembre 2014 17:49

Le occasioni perse di "Interstellar"

Perchè il film "Interstellar" ha deluso le mie aspettative...

Bennu: la complicata vita di un asteroid…

Giovedì, 20 Novembre 2014 06:51

Bennu: la complicata vita di un asteroide

Una stella vicina esplode, sconvolgendo la materia nella nebulosa. Parte collassa con la sua stessa gravità e forma un disco di materiale che circonda il Sole neonato. All'interno di questo...

Quasar con buchi neri supermassicci in s…

Mercoledì, 19 Novembre 2014 20:28

Quasar con buchi neri supermassicci in sincronia

Gli astronomi hanno scoperto un collegamento chiave tra alcuni quasar separati da distanze di miliardi di anni luce. Utilizzando il Very Large Telescope (VTL) in Cile, un'equipe europea ha esaminato la...

La cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko: u…

Mercoledì, 19 Novembre 2014 07:30

La cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko: un vero osso duro!

Il 12 novembre 2014, Philae e Rosetta hanno scritto una nuova pagina di storia nell'esplorazione spaziale (ed io sono stata davvero fortunata ad essere lì!).Dopo 10 anni di viaggio, il lander...

Asteroide Vesta: prima mappa geologica g…

Martedì, 18 Novembre 2014 22:04

Asteroide Vesta: prima mappa geologica globale

Un team di 14 ricercatori, guidato da David Williams della School of Earth and Space Exploration presso l'Arizona State University e da W. Brent Garry del Goddard Spaceflight Center NASA a...

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

Top Video

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it