MSL - Curiosity
Global Security Agency

In Primo Piano

All'origine delle aurore theta

All'origine delle aurore theta

Le aurore sono una delle manifestazioni visibili degli effetti del Sole sulla Terra. Nonostante...

Sole ancora in attività

Sole ancora in attività

Un brillamento di classe X si è verificato la scorsa notte e, durante il weekend, si potrebbe...

Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

Il cacciatore di pianeti extrasolari della NASA, il telescopio Kepler, ha scoperto il primo...

Il punto su Rosetta e Philae

Il punto su Rosetta e Philae

Presentati ieri in California i risultati delle ultime indagini scientifiche insieme a nuove...

Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

MIDAS (Micro-Imaging Dust Analysis System) è uno dei gioiellini a bordo della sonda dell'ESA...

  • All'origine delle aurore theta

    All'origine delle aurore theta

  • Sole ancora in attività

    Sole ancora in attività

  • Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

    Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

  • Il punto su Rosetta e Philae

    Il punto su Rosetta e Philae

  • Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

    Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS



Il "Fiore di Marte" tra gli scatti di Curiosity a Yellowknife Bay



CURIOSITY sol 132 MAHLI - il Fiore di Marte

CURIOSITY sol 132 MAHLI - il Fiore di Marte
"Courtesy NASA/JPL-Caltech" processing 2di7 & titanio44

Dopo il clamore scatenato dalle immagini del misterioso e brillante oggetto del sol 61, successivamente ritenuto una parte del rover, ecco una nuova foto che fa parlare di sé.
Lo scatto risale ai subframe del MAHLI (Mars Hand Lens Imager ) del sol 132 di Curiosity.

L'immagine è stata scattata dal rover il 19 dicembre 2012 alle 17:44:33 UTC (disponibile sul sito ufficiale al seguente link http://mars.jpl.nasa.gov/msl/multimedia/raw/?rawid=0132MH0158001000E1_DXXX&s=132) e da noi successivamente elaborata e pubblicata sul nostro canale di Flickr il 23 dicembre 2012. Solo due giorni dopo, il giorno di Natale, la nostra elaborazione è stata diffusa anche sul canale www.lunexit.it.

Il presidente e fondatore di Lunar Explorer Italia/Italian Planetary Foundation Dr. Paolo C. Fienga, presentando l'immagine, aveva scritto:

"Vi suggeriamo di notare l'apparente "sgranatura" ed "apertura secondo linee di frammentazione" delle sue componenti emergenti (una sorta di micro-pistilli - passateci il paragone, please...).

La nostra ipotesi "esotica"? E' un "fiore", oppure il residuo madreperlaceo di una qualche Forma Vitale Indigena."

Oggi, questa foto sta facendo il giro del mondo: forum, blog e testate giornalistiche, nazionali e d'oltreoceano, parlano del "Fiore di Marte": così, l'intuizione del Dr. Fiega di oltre 10 giorni fa, si è trasformata in una notizia da prima pagina.

Curiosity, raggiunta l'interessante area geologica di “Glenelg”, è arrivato sul bordo della zona chiamata "Yellowknife Bay" durante il sol 124 e si è inserito nel bacino nel sol 125 (12 dicembre).

Durante il periodo festivo ha scattato molte foto panoramiche che consentiranno al team di missione di selezionare la roccia da utilizzare per la prima perforazione con il trapano.

CURIOSITY NavCam right sol 133

CURIOSITY NavCam right sol 133
"Courtesy NASA/JPL-Caltech" processing 2di7 & titanio44

L'area in cui si trova il rover non manca di curiose formazioni: nel panorama 360° ripreso con la NavCam di Curiosity la NASA stessa ha segnalato, proprio al centro del mosaico, una roccia a forma di serpente, soprannominata quindi "Snake River". E' una sottile linea curva di roccia scura che si estende sopra la zona più chiara e pianeggiante, sicuramente un obiettivo valido per gli strumenti del rover.
"E' un pezzo del puzzle" ha detto John Grotzinger del California Institute of Technology di Pasadena, in un comunicato. "E' in relazione con la roccia circostante e sembra essersi formato dopo lo strato che lo attraversa".

Il "fiore di Marte", invece, è stato ripreso dal MAHLI, la fotocamera di Curiosity utilizzata per scatti ravvicinati.

Al momento non conosciamo nello specifico la scala di acquisizione ma il dettaglio potrebbe essere veramente piccolo: non dimentichiamo infatti che il MAHLI può arrivare ad una risoluzione di 15 micrometri per pixel.

La strana formazione, sia che si scelga un'interpretazione esotica o meno, è indubbiamente interessante: è un dettaglio assolutamente isolato sulla roccia che lo ospita. Apparentemente trasparente, traslucido, riflettente, sembra in parte incastonato nella superficie ma isolato rispetto ad essa.

Anche se fosse solo un minerale, meriterebbe di certo un approfondimento.

E mentre il web si scatena con interpretazioni varie, arriva una conferma direttamente dalla NASA, tramite il portavoce del JPL, Guy Webster che ha dichiarato a NBCNews.com: "l'oggetto sembra essere parte della roccia e non un detrito del rover".


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Scontri spaziali intorno alla stella HD …

Venerdì, 12 Dicembre 2014 06:28

Scontri spaziali intorno alla stella HD 10714 osservati da ALMA

L'Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) potrebbe aver rilevato i detriti di collisioni tra oggetti delle dimensioni di Plutone intorno ad un giovane sole, la stella HD 107146, nella costellazione della Chioma...

Rosetta: acque aliene sulla cometa!

Giovedì, 11 Dicembre 2014 09:46

Rosetta: acque aliene sulla cometa!

Nuove misure sull'abbondanza del Deuterio suggeriscono che l'acqua di cui è fatta la cometa 67P è sostanzialmente diversa da quella terrestre, mettendo in crisi l'idea di una origine cometaria degli...

La Stazione Spaziale Internazionale come…

Giovedì, 11 Dicembre 2014 07:03

La Stazione Spaziale Internazionale come non l'avete mai vista

Questa curiosa foto è una vista della Stazione Spaziale Internazionale ripresa dal cargo europeo ATV Georges Lemaître (ATV-5), che nel mese di agosto ha testato una nuova tecnica di attracco per...

Titano: il mistero delle dune

Giovedì, 11 Dicembre 2014 06:03

Titano: il mistero delle dune

Titano, la grande luna di Saturno, è uno dei posti più affascinanti del nostro Sistema Solare.Ricorda molto la Terra primordiale. Ha una densa e fredda atmosfera principalmente di azoto e...

Polvere di cometa conservata nei ghiacci

Mercoledì, 10 Dicembre 2014 05:53

Polvere di cometa conservata nei ghiacci

I ghiacci dell'Antartide hanno riservato una nuova incredibile sorpresa, restituendo le prime particelle di polvere cometaria trovate sulla Terra. A scoprirle è stato un gruppo di ricercatori giapponesi e statunitensi. I loro...

Nuova conferma: il cratere Gale era un a…

Martedì, 09 Dicembre 2014 22:17

Nuova conferma: il cratere Gale era un antico lago

Il Monte Sharp, il tumulo di materiale che si innalza dal centro del cratere Gale per 5,5 chilometri, ha rappresentato fino ad oggi un bel mistero per i ricercatori. Studi precedenti...

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

Top Video


  • marco 21.12.2014 07:29
    Marco, forse mi sono spiegato male. Se guardi il grafico dell velocità, la sonda sta DECELERANDO ...

    Leggi tutto...

     
  • ElisabettaB 20.12.2014 11:39
    Salve Marco, è un problema momentaneo che potrebbe verificarsi (stiamo approfittando dei prossimi ...

    Leggi tutto...

     
  • Marco 20.12.2014 10:39
    Per questo dicevo che dal mio punto di vista aveva poco senso che i motori continuassero a spingere in ...

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it