MSL - Curiosity
Global Security Agency

In Primo Piano

Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

Il cacciatore di pianeti extrasolari della NASA, il telescopio Kepler, ha scoperto il primo...

Il punto su Rosetta e Philae

Il punto su Rosetta e Philae

Presentati ieri in California i risultati delle ultime indagini scientifiche insieme a nuove...

Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

MIDAS (Micro-Imaging Dust Analysis System) è uno dei gioiellini a bordo della sonda dell'ESA...

Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

Il 2014 sta per finire ed anche per la scienza è tempo di tirar le somme. In questo periodo a San...

Possibili sciami meteorici su Mercurio individuati dalla sonda MESSENGER

Possibili sciami meteorici su Mercurio individuati dalla sonda MESSENGER

Indizi di sciami meteorici periodici sono stati scoperti dalla sonda della...

  • Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

    Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

  • Il punto su Rosetta e Philae

    Il punto su Rosetta e Philae

  • Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

    Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

  • Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

    Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

  • Possibili sciami meteorici su Mercurio individuati dalla sonda MESSENGER

    Possibili sciami meteorici su Mercurio individuati dalla sonda MESSENGER



Seconda prova per il trapano di Curiosity: eseguito il mini-drill



CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill

CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill
"Courtesy NASA/JPL-California Institute of Tecnology" processing 2di7 & titanio44

Dopo la notte di carico e la prova di percussione "drill-on-rock checkout", ieri Curiosity ha eseguito la prova chiamata "mini-drill", il secondo test fondamentale per il prossimo vero e proprio primo utilizzo del trapano.

Avevamo anticipato le immagini elaborate attraverso i nostri canali.

Ora, bisogna vedere se il risultato sarà soddisfacente e il team di missione riterrà la roccia, "John Klein", adatta alla prima perforazione.

Con l'operazione mini-drill Curiosity ha utilizzato sia rotazione che percussione, producendo un foro di 2 centimetri, rispetto ai 6,3 effettivi che potrà raggiungere con la punta del suo trapano.

CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill anaglyph

CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill anaglyph
"Courtesy NASA/JPL-California Institute of Tecnology" processing 2di7 & titanio44

Se i detriti prodotti, passeranno la valutazione visiva e la roccia verrà ritenuta adatta all'operazione e sicura per i meccanismi del rover, Curiosity effettuerà il primo vero foro su Marte forse questo weekend o al più tardi, all'inizio della prossima settimana.

La grana fine in questa prima fase è importante per generare il tipo di polvere necessaria per pulire il sistema di foratura dalla potenziale contaminazione pre-lancio. Ma il fatto che la polvere prodotta non sia "appiccicosa" (umida) è ancora più importante per la salvaguardia della strumentazione.

Anche in questo caso, come era avvenuto per gli scoop, le prime 3 - 5 perforazioni saranno utilizzate per pulire lo strumento: la roccia selezionata verrà forata, la polvere sarà trasportata fino all'area di stoccaggio, verrà fatta vibrare per garantire una pulizia accurata delle pareti e poi gettata, per almeno tre volte.

I campioni successivi, invece, potranno essere utilizzati per le analisi e quindi consegnati al CHIMRA (Collection and Handling for In-Situ Martian Rock Analysis) per la setacciatura e porzionatura del materiale da ripartire tra CheMin (Chemistry and Mineralogy) e SAM (Sample Analysis at Mars).

Osservando i risultati di questo primo test, la roccia sembra effettivamente morbida.
John Klein potrebbe essere rappresentativa di un ambiente passato umido e quindi potrebbe fornire importanti dettagli sulle precedenti condizioni ambientali di Marte. Tuttavia, ora è fondamentale per gli scienziati capire se la polvere prodotta dal target può essere idonea agli strumenti di Curiosity.

CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill 3D

CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill 3D
"Courtesy NASA/JPL-California Institute of Tecnology" processing 2di7 & titanio44

Gli ingegneri vogliono sapere che tipo di composizione ha questa roccia prima di dare un campione in pasto al SAM, uno degli strumenti più sofisticati a bordo del rover, che riscalda il campione fino a 1000° C per cercare e caratterizzare molecole organiche e inorganiche importanti per la vita. Così, un po' della polvere prodotta, verrà prima consegnata alla CheMin che utilizza la diffrazione a raggi X per l'analisi.

"Lo scopo è vedere se la polvere si comporta come ci si aspetta. Sembra polvere secca? Questo è quello che vogliamo confermare", ha detto Daniel Limonadi, ingegnere del JPL.

Per arrivare fin qui, è stato fondamentale l'Alpha Particle X-ray Spectrometer (APXS), che insieme alla ChenCam (Chemistry and Camera) e alle definite immagini del MAHLI (Mars Hand Lens Imager), ha permesso di avere informazioni dettagliate sul target John Klein prima di procedere con i test di pre-forazione.

Roger C. Wiens, ricercatore della ChemCam al Los Alamos National Laboratory nel New Mexico, racconta che il laser di Curiosity ha fatto fuoco 12.000 volte su John Klein per analizzarne gli elementi chimici. E' da tener presente che in genere, si utilizzano 30 colpi in un punto solo per un'analisi standard e dai 4 ai 9 punti di osservazione, anche per valutare l'omogeneità del campione. Questo ci fa capire quanto il team di missione abbia valutato con cautela il target prima di procedere con il trapano.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

La Stazione Spaziale Internazionale come…

Giovedì, 11 Dicembre 2014 07:03

La Stazione Spaziale Internazionale come non l'avete mai vista

Questa curiosa foto è una vista della Stazione Spaziale Internazionale ripresa dal cargo europeo ATV Georges Lemaître (ATV-5), che nel mese di agosto ha testato una nuova tecnica di attracco per...

Titano: il mistero delle dune

Giovedì, 11 Dicembre 2014 06:03

Titano: il mistero delle dune

Titano, la grande luna di Saturno, è uno dei posti più affascinanti del nostro Sistema Solare.Ricorda molto la Terra primordiale. Ha una densa e fredda atmosfera principalmente di azoto e...

Polvere di cometa conservata nei ghiacci

Mercoledì, 10 Dicembre 2014 05:53

Polvere di cometa conservata nei ghiacci

I ghiacci dell'Antartide hanno riservato una nuova incredibile sorpresa, restituendo le prime particelle di polvere cometaria trovate sulla Terra. A scoprirle è stato un gruppo di ricercatori giapponesi e statunitensi. I loro...

Nuova conferma: il cratere Gale era un a…

Martedì, 09 Dicembre 2014 22:17

Nuova conferma: il cratere Gale era un antico lago

Il Monte Sharp, il tumulo di materiale che si innalza dal centro del cratere Gale per 5,5 chilometri, ha rappresentato fino ad oggi un bel mistero per i ricercatori. Studi precedenti...

La ricerca degli asteroidi pericolosi

Martedì, 09 Dicembre 2014 06:03

La ricerca degli asteroidi pericolosi

Una insolita iniziativa è stata lanciata per incrementare di 100 volte il tasso di scoperta degli asteroidi potenzialmente pericolosi. Ma a che punto è realmente la caccia di questi corpi?

New Horizons Wake-Up! Prossima tappa: Pl…

Domenica, 07 Dicembre 2014 07:21

New Horizons Wake-Up! Prossima tappa: Plutone

Dopo un viaggio di 4,8 miliardi di chilometri, la sonda della NASA New Horizons è uscita dal suo ultimo letargo. Alle 2:53 UTC, il team del Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory...

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

Top Video


  • marco 20.12.2014 12:14
    Marco, forse mi sono spiegato male. Se guardi il grafico dell velocità, la sonda sta DECELERANDO ...

    Leggi tutto...

     
  • ElisabettaB 20.12.2014 11:39
    Salve Marco, è un problema momentaneo che potrebbe verificarsi (stiamo approfittando dei prossimi ...

    Leggi tutto...

     
  • Marco 20.12.2014 10:39
    Per questo dicevo che dal mio punto di vista aveva poco senso che i motori continuassero a spingere in ...

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it