MRO - HiRISE
Global Security Agency

In Primo Piano

Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

Il cacciatore di pianeti extrasolari della NASA, il telescopio Kepler, ha scoperto il primo...

Il punto su Rosetta e Philae

Il punto su Rosetta e Philae

Presentati ieri in California i risultati delle ultime indagini scientifiche insieme a nuove...

Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

MIDAS (Micro-Imaging Dust Analysis System) è uno dei gioiellini a bordo della sonda dell'ESA...

Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

Il 2014 sta per finire ed anche per la scienza è tempo di tirar le somme. In questo periodo a San...

Possibili sciami meteorici su Mercurio individuati dalla sonda MESSENGER

Possibili sciami meteorici su Mercurio individuati dalla sonda MESSENGER

Indizi di sciami meteorici periodici sono stati scoperti dalla sonda della...

  • Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

    Kepler scopre il primo pianeta extrasolare della nuova missione K2

  • Il punto su Rosetta e Philae

    Il punto su Rosetta e Philae

  • Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

    Una particella di polvere cometaria extralarge per MIDAS

  • Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

    Picchi di metano e sostanze organiche su Marte confermate da Curiosity

  • Possibili sciami meteorici su Mercurio individuati dalla sonda MESSENGER

    Possibili sciami meteorici su Mercurio individuati dalla sonda MESSENGER



Il paesaggio marziano trasformato dai cambiamenti stagionali



Source: youtu.be/Hc_o5PF17yY

Gli incredibili cambiamenti stagionali di Marte sono stati ripresi dalla sonda della NASA Mars Reconnaissance Orbiter e montati in un bellissimo video dal NASA Jet Propulsion Laboratory: un paesaggio dinamico che si trasforma a causa del riscaldamento delle calotte ghiacciate di anidride carbonica.

Sulla Terra il ghiaccio di anidride carbonica non esiste se non prodotto industrialmente.
E' noto come "ghiaccio secco" perché l'anidride carbonica, in condizioni di pressione standard, passa dallo stato solido a quello gassoso per sublimazione, ossia senza passare per lo stato liquido.

In primavera i rivestimenti di ghiaccio secco marziano delle calotte polari si scongelano, riscaldati dal Sole. L'anidride carbonica si accumula e va in pressione, scoppiando poi in vari modi.
E' proprio questo fenomeno a causare quelle singolari decorazioni riprese dalle immagini orbitali.
Scanalature transitorie si formano sulle dune, quando il gas intrappolato trova un punto di fuga, trascinando anche la sabbia. La sabbia espulsa forma particolari disegni, ad eliche e strisce, sullo strato di ghiaccio superficiale, poi quando il ghiaccio di scioglie e i venti imperversano, ogni traccia viene quasi completamente cancellata.

I risultati dello studio sono stati riportati recentemente in tre pubblicazioni.

"E' un processo incredibilmente dinamico", ha detto Candice Hansen del Planetary Science Institute, Tucson, autore del primo dei tre nuovi rapporti.
"Abbiamo seguito questo vecchio modello, che tutta le azioni su Marte erano di miliardi di anni fa. Grazie alla capacità di monitorare i cambiamenti con il Mars Reconnaissance Orbiter, uno dei nuovi paradigmi è che Marte ha molti processi attivi oggi."

Con tre anni marziani (sei anni terrestri) di osservazioni provenienti delle immagini della fotocamera HiRISE (High Resolution Imaging Science Experiment) della sonda NASA Mars Reconnaissance Orbiter (MRO), i ricercatori hanno potuto seguire l'andamento e la varietà dei cambiamenti stagionali: esplosioni di gas primaverili che trasportano sabbia, fratture poligonali nel ghiaccio invernale, spostamenti di dune e decorazioni di sabbia scura sul ghiaccio.

"E' una sfida riprendere questi cambiamenti quando e come avvengono, sono veloci", ha detto Ganna Portyankina dell'Università di Berna in Svizzera, principale autore della seconda relazione.
"Ecco perché solo ora si comincia ad avere un quadro più ampio, entrambi gli emisferi in realtà ci raccontano storie simili".

Il processo responsabile di creare solchi nelle dune al polo nord, assomiglia a quello che crea caratteristici disegni a forma di ragno al polo sud, tuttavia queste decorazioni a nord non sono mai state osservate. Questo perché il ghiaccio secco si sovrappone al diverso tipo di terreno che caratterizza i due emisferi.
Nel Sud il terreno è pianeggiante e facilmente erodibile, nel nord, una larga fascia di dune di sabbia circonda il permanentemente la calotta polare.

Un'altra differenza sostanziale è stata riscontrata analizzando l'albedo delle calotte ghiacciate: l'emisfero nord è ricoperto di ghiaccio d'acqua ed anidride carbonica, mentre quella a sud è solo ghiaccio secco.

Il terso articolo, a cura di Antoine Pommerol dell'Università di Berna, riguarda proprio la distribuzione del ghiaccio d'acqua a partire dai dati del Compact Reconnaissance Imaging Spectrometer for Mars (CRISM).

Tags: nasa - mro - marte - ghiaccio - acqua


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

La Stazione Spaziale Internazionale come…

Giovedì, 11 Dicembre 2014 07:03

La Stazione Spaziale Internazionale come non l'avete mai vista

Questa curiosa foto è una vista della Stazione Spaziale Internazionale ripresa dal cargo europeo ATV Georges Lemaître (ATV-5), che nel mese di agosto ha testato una nuova tecnica di attracco per...

Titano: il mistero delle dune

Giovedì, 11 Dicembre 2014 06:03

Titano: il mistero delle dune

Titano, la grande luna di Saturno, è uno dei posti più affascinanti del nostro Sistema Solare.Ricorda molto la Terra primordiale. Ha una densa e fredda atmosfera principalmente di azoto e...

Polvere di cometa conservata nei ghiacci

Mercoledì, 10 Dicembre 2014 05:53

Polvere di cometa conservata nei ghiacci

I ghiacci dell'Antartide hanno riservato una nuova incredibile sorpresa, restituendo le prime particelle di polvere cometaria trovate sulla Terra. A scoprirle è stato un gruppo di ricercatori giapponesi e statunitensi. I loro...

Nuova conferma: il cratere Gale era un a…

Martedì, 09 Dicembre 2014 22:17

Nuova conferma: il cratere Gale era un antico lago

Il Monte Sharp, il tumulo di materiale che si innalza dal centro del cratere Gale per 5,5 chilometri, ha rappresentato fino ad oggi un bel mistero per i ricercatori. Studi precedenti...

La ricerca degli asteroidi pericolosi

Martedì, 09 Dicembre 2014 06:03

La ricerca degli asteroidi pericolosi

Una insolita iniziativa è stata lanciata per incrementare di 100 volte il tasso di scoperta degli asteroidi potenzialmente pericolosi. Ma a che punto è realmente la caccia di questi corpi?

New Horizons Wake-Up! Prossima tappa: Pl…

Domenica, 07 Dicembre 2014 07:21

New Horizons Wake-Up! Prossima tappa: Plutone

Dopo un viaggio di 4,8 miliardi di chilometri, la sonda della NASA New Horizons è uscita dal suo ultimo letargo. Alle 2:53 UTC, il team del Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory...

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

Top Video


  • marco 19.12.2014 14:12
    Marco, ricorda che quando una sonda deve entrare in orbita attorno ad un altro corpo celeste deve ...

    Leggi tutto...

     
  • marco 19.12.2014 13:33  
  • Marco 19.12.2014 08:49
    Molto interessante. Dato che la sonda è in cammino da un pezzo pensavo che l'obiettivo venisse ...

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it